no dipendenza

2008/6/30 Danilo M.

Ciao,
mi permetto di rubarti 2 minuti del tuo tempo per congratularmi del tuo blog, davvero ben fatto e ricco di contenuti, e per chiederti un piccolo aiuto.

Ho creato il sito www.nodipendenza.com dove mi batto contro il fenomeno della dipendenza da gioco d'azzardo online
(in quanto io stesso ne sono stato vittima e voglio che altri non facciano lo stesso errore),
mi farebbe piacere che il tuo blog ospitasse un link per pruomuovere questo messaggio
"NO ALLA DIPENDENZA DA CASINO ONLINE"
e fare un pò di sana prevenzione:

Se ti senti di accogliere il mio invito puoi prelevare un link o un bannerino da questa pagina:
http://www.nodipendenza.com/supporta.html

Poi comunicamelo e sarò ben lieto di inserire il link del tuo blog nella lista dei siti che supportano questa causa.
Certamente sentiti libero di diffondere questa iniziativa anche ai tuoi blog/siti amici:)

Ti ringrazio per l'attenzione e ti saluto con cordialità .
Danilo M.



Casino Online



--
"Tutto concorre al bene di coloro che amano Dio"
http://www.youtube.com/watch?v=6e2TFVKyvrQ
SIGNORAGGIO
http://fedele.altervista.org
Sfuggiamo al giudizio della legittima IRA di Dio e convertiamoci!
http://auriti.blogspot.com

RISPOSTA:

Sei una risorsa!
Se metti “Lorenzo Scarola” su google avrai le mie credenziali,
io accetto la tua collaborazione
perché non mi prepari un banner o logo contro il signoraggio bancario?

Se uccidi un pidocchio,
puoi anche uccidere una piovra!

2008/6/30 Danilo M.

Sono sorti come funghi questi locali per le scommese:
"simbolo mostruoso di un terribile periodo di decadenza".
Comunque è il trionfo dell'egoismo, di chi cerca la fortuna mentre il mondo sta morendo!

Le vittime di tutto ciò, sono le persone più vulnerabili,
ovvero, quelle più sprovvedute culturalmente e quelle più indebitate.


Proprio questa indigenza economica porta a giocare,
ma poi, porta a terribili sensi di colpa contro la famiglia che si è ulteriormente impoverità.

Il bisogno di riscattarsi e di recuperare quello che si è perso porta, proprio i più indigenti a indebitarsi ulteriormente, a un sistema micidiale di nodo scorsoio.

I sensi di colpa, per aver ulteriormente indebitato la famiglia, portano a "vendersi" letteralmente al peccato e al crimine.

Abbiamo così nella società persone sempre più disperate e pronte a tutto.

Si tratta di una vera patologia, di un incubo, che prende quella minoranza della nostra società, che può essere sacrificata sull'altare di chissà quale demone.
---------------
*******************

Caro Danilo,
devi sapere che come laboratorio di partenza, al fine di sperimentare la concretezza delle sue teorie, il professore dott. Giacinto Auriti, ha scelto il suo paese, Guardiagrele, quindicimila anime ai piedi di un'imponente massiccio roccioso proprio nel cuore dell'Abbruzzo. L'esperimento fu un successo! Furono stampati i SIMEC che moltiplicarono la ricchezza, cioè il volume di scambio di beni e di servizi per ben 10 volte il valore monetario stampato.
Ti faccio ascoltare un estratto della sua intervista:

D: "Prof. Auriti la Guardia di Finanza ha sequestrato i simec da Lei messi in circolazione. Perché?

R: Perché c'è un provvedimento della Procura della Repubblica che ha ordinato il sequestro dei simec, e hanno portato come giustificazione la violazione delle norme bancarie, che sono norme ridicole, un provvedimento assolutamente infondato perché noi abbiamo dimostrato che è valore indotto e non valore creditizio. Abbiamo esercitato un diritto come ha detto Bruno Tarquini, Procuratore Generale di Cassazione scrivendo la sua relazione sulla materia ad un congresso tenutosi all'università.

Il titolo è questo: "I simec: legittimità costituzionale e legislativa dell'induzione giuridica".
Quindi si può fare!

D: Che motivazione daranno all'operazione di sequestro?

R: Questo è un sequestro preventivo direi cautelativo, perché non c'è un'imputazione di reato. Dovranno dimostrare che noi nel pieno rispetto dall'articolo 42 della Costituzione e delle leggi italiane abbiamo commesso qualche reato. Sarebbe veramente assurdo tutto ciò. Anche perché noi abbiamo fatto tutto alla luce del sole.

D: Che cosa succede adesso a Guardiagrele?

R: E come se ci avessero tirato il sangue. La liquidità sul mercato è come il sangue. Questo blocco improvviso della nostra liquidità è un fatto grave, i miei concittadini, i commercianti, si troveranno presto sull'orlo del fallimento, quindi dal paradiso sono precipitati nell'inferno per il provvedimento di un magistrato che, cosi facendo, sta di fatto uccidendo un paese. Un paese che (con il mio esperimento) era chiamato la piccola Svizzera, che era rinato perché tutti entusiasti dell'iniziativa. Ora è precipitato nell'impossibilità di pagare, perché se tu hai la moneta e te la tolgono e come se togliessero il sangue dal mercato. Io sono indignato per questo.

D: Non crede che tutto ciò abbia dei risvolti positivi, cio è una maggiore legittimazione e attendibilità per il suo progetto?

R: Certo. Comunque noi gli risponderemo per le rime, perché noi abbiamo ragione da vendere. Noi abbiamo avuto un magistrato che non è informato sul valore giuridico del Simec.

D: Dopo anni di teoria e di studio Lei era riuscito a rendere operativo un progetto che lo stesso sindaco di Guardiagrele l'aveva definito una Rivoluzione copernicana. Ci sarà da parte sua un nuovo tentativo?

R: Questa è una rivoluzione che non si ferma più per una ragione molto semplice: perché è vera. E poi perché è sia scientificamente inconfutabile che dimostrata sul campo di Guardiagrele. La moneta deve essere di proprietà del popolo non della banca, oggi la banca emette la moneta prestandola ai cittadini; siccome prestare è una prerogativa del proprietario, si appropria il valore monetario creato dai cittadini, quindi deve accreditare; e allora questo principio è talmente forte è talmente valido che nessuno lo può contestare. Sembra utopia ma non è utopia. Sul piano scientifico l'utopia non esiste. Se ti avessero detto un secolo fa che si andava sulla luna l'avresti preso per matto. La stessa cosa il principio della proprietà popolare della moneta. Dunque, noi da questo punto di vista siamo tranquilli, superata questa fase del sequestro, che noi consideriamo un episodio meramente marginale rispetto alla logica della scuola che noi stiamo portando avanti sul piano della moneta. Be superato questo, si affermerà in tutto il mondo perché i popoli preferiranno essere proprietari piuttosto che debitori dei loro soldi. Oggi, tutti i popoli sono poveri perché hanno un debito pari a tutto il loro denaro, perché all'atto dell'emissione la banca centrale emette moneta solo prestandola, mentre dovrebbe accreditarla e non addebitare. Ecco, questo è quello che noi sosteniamo.

D: Il comune di Guadiagrele è stato reso famoso grazie a Lei per questo motivo, anche se l'amministrazione non ha preso parte all'iniziativa. I comuni di tutta Italia possono entrare nel merito di un "sistema monetario autonomo"?

R: Eccome! Lo abbiamo scritto sulla moneta simec, ossia Simbolo Econometrico convenzionalmente accettato nei comuni collegati e collegabili a norma della legge che collega i comuni per scopi sociali. Non solo, lo abbiamo detto anche nella scritturazione apposta sul simec, noi abbiamo affermato che questo è emessa in attuazione del secondo comma dell'articolo 42 della costituzione che sancisce l'accesso alla proprietà per tutti. Quindi è la costituzione che dice di creare un diritto della persona con contenuto patrimoniale, e il contenuto patrimoniale noi lo creiamo con i simec, quindi non diamo come contenuto economico beni di consumo o beni programmati dai vertici politico economici come nei paesi socialisti, ma diamo ai cittadini il denaro per comprarli, in modo che il cittadino quando spende sceglie i beni che vuole consumare. Ecco il principio della proprietà popolare della moneta che è il reddito di cittadinanza. E questo significa anche rispettare le linee della dottrina sociale della chiesa; ad esempio la "Renum Novarum" essenzialmente si basa su due parole: tutti proprietari. E noi lo facciamo con i simec perché sono diventati moneta locale, quindi hanno valore indotto, e allora diamo(gratuitamente) ad ogni cittadino il denaro per comprare quello che vuole.

D: Cosi fosse, il progetto monetario da Lei concepito è destinato ad estendersi a macchia d'olio non solo in Italia ma in tutta Europa?

R: Infatti! Anche in America ne parlano. Mi ha telefonato un'Agenzia giornalistica americana, perché anche loro vogliono essere proprietari dei dollari che oggi appartengo alla Federal Reserve Bank (che costò la vita a Kennedy che stampò dollari in nome del popolo ed esenti da signoraggio, denaro che fu immediatamente confiscato dopo la sua morte), come il popolo inglese vorrà la proprietà della Sterlina (avvelenata di signoraggio da 200 anni), che oggi appartiene alla Banca d'Inghilterra fino ad arrivare ad un principio universale: ogni popolo proprietario della sua moneta, per rispondere così alla globalizzazione.

D: Come lo spiega alle Società per Azioni che battono moneta?

R: Be questo è lo stesso linguaggio che uno può avere col cane che non vuole mollare l'osso. Hanno senza averne il diritto la proprietà della moneta che hanno usurpato con l'avvento dello Stato costituzionale. La cosa più grave che è successa con la rivoluzione francese è stata proprio la moneta nominale, e la Banca di Francia, che è stata la malattia che ha poi invaso tutto il mondo, perché hanno tolto la sovranità monetaria al potere politico, per darla al vertice delle alte logge che noi ben conosciamo.
E allora, in questa situazione noi vogliamo contrapporre alla proprietà di banca la proprietà di popolo. Ecco perché tutti i popoli sono con noi; noi gli facciamo una domanda elementare:
volete essere proprietari o debitori dei vostri soldi?
All'atto dell'emissione la banca d'Italia stampa e presta mentre deve stampare e accreditare.
Quando stampa e presta carica il costo del denaro del 200 per cento, quindi fa usura.

D: Come lo avete definito questo progetto?

R: Lo abbiamo chiamato "Democrazia Integrale" perché la parola democrazia vuol dire sovranità al popolo.
---------------------------
******************************

Non appena il presente DVD (la versione dei 120 CD -700Mb- non è giuridicamente idonea alla diffusione) giunge gratuitamente nelle mani di chiunque, si attiva un corridoio di responsabilità che non può più essere interrotto.
Sul mio onore dichiaro che:
1- chi diffonderà e si sacrificherà per la diffusione dalla presente opera sarà benedetto in tutte le sfere della sua vita,
2- chi la trascurerà o non la diffonderà si attirerà molti mali, poiché l'IRA di Dio incomberà su di lui,
3- il momento presente è così drammatico perché è occultato da una forma criminosa di New World Order, portata avanti a colpi di provvedimenti e decreti e a totale inconsapevolezza dei popoli, come è vero che sei inconsapevole di cosa è il Signoraggio bancario.

Se conosci cosa è veramente il signoraggio bancario e lo condividi, aspettati a breve quello che ti meriti!

Se non conosci cosa è il signoraggio bancario è arrivato il momento di spaventarti veramente!

Sei divenuto responsabile del futuro di tutto il genere umano!

E questo futuro del genere umano, tu potrai salvare e con esso salvarti, semplicemente:
A- studiando assiduamente e applicandoti alla presente opera che è pensata per benedirti e istruirti,
b- diffondendo quest'opera gratuitamente o recuperando le spese del supporto nel numero più alto possibile.
c- di ogni azione che la S.V. in qualità di cittadino patriota intraprenderà intraprendere sui presenti contenuti, il prof. Scarola Lorenzo se ne assume la responsabilità morale e si impegna ad una tutela politica, e a proteggere con tutti i mezzi che saranno a sua disposizione e compatibilmente con le sue risorse tutti i preziosi patrioti che dovessero a titolo personale ma possibilmente associativo concorrere agli obietivi dei presenti contenuti.
Manterrò fede a questo impegno - ve lo prometto - non solo nell'ipotesi che sia vivo biologicamente in questo mondo, ma ancor più quando la mia vita biologica verrà a mancare.
Ora, io per gli ideali metafisici e soprattutto per la proprietà popolare della moneta, convivo continuamente con la possibilità di essere ucciso, che se è molto più che una previsione razionale, tuttavia non sarà.
Ma se lo fosse, questo aumenterebbe enormemente sia la mia incidenza politica, che il mio ministero di evangelizzazione che incomincia in "potenza" proprio con l'inoltro del presente DVD:
"Enciclopedia del Sapere Metafisico, per la proprietà popolare della moneta"
Chiunque, a qualsiasi titolo vorrà infangare la mia dignità di figlio di Dio o vorrà osteggiare in "mala fede" (a qualsiasi titolo) il presente lavoro intellettuale, verrà immediatamente colpito dall'Ira di Dio che ho profetizzato su chiunque facesse ciò fino alla fine del mondo.

Il presente lavoro in questo momento è diventato patrimonio dell'umanità, non mi appartiene più se non moralmente, chi lo riceve pertanto ne diventa responsabile e ne dovrà inevitablemte rispondere.

Il presente lavoro è stato pensato in modo tale che neanche attraverso la mia esplicita voltà possa più essere ritirato.

Se osteggiato, esso deve circolare clandestinamente, poiché trattasi di una questione di vita o di morte dell'intero genere umano.

Finché il Signore mi darà vita, ad ottobre di ogni anno uscirà una edizione aggiornata.
L'attuale edizione è quella dell'ottobre 2008
Per integrazioni culturali e per affinare e perfezionare la prossima edizione comunicate i vostri obiettivi a:

SEMPRE IN ORE SERALI:
3293614092 cell. Wind
3205708054 cell. Vodafone
lsbetlemme@gmail.com
fedele339 ---- Skipe
http://ilcomandamento.blogspot.com
-----------------------------------------------

Ezechiele cap 33 --- La sentinella
[1] Mi fu rivolta questa parola del Signore:

[7] O figlio dell'uomo, io ti ho costituito sentinella per gli Israeliti; ascolterai una parola dalla mia bocca e tu li avvertirai da parte mia.

[8] Se io dico all'empio: Empio tu morirai, e tu non parli per distoglier l'empio dalla sua condotta, egli, l'empio, morirà per la sua iniquità; ma della sua morte chiederò conto a te.

[9] Ma se tu avrai ammonito l'empio della sua condotta perché si converta ed egli non si converte, egli morirà per la sua iniquità. Tu invece sarai salvo.

[10] Tu, figlio dell'uomo, annunzia agli Israeliti: Voi dite: I nostri delitti e i nostri peccati sono sopra di noi e in essi noi ci consumiamo! In che modo potremo vivere?

[11] Dì loro: Com'è vero ch'io vivo - oracolo del Signore Dio - io non godo della morte dell'empio, ma che l'empio desista dalla sua condotta e viva. Convertitevi dalla vostra condotta perversa! Perché volete perire, o Israeliti?


http://ilcomandamento.blogspot.com

http://metafisica.altervista.com



Io, Lorenzo Scarola, come ministro e rappresentante di Dio dichiaro che le maledizioni e la condanna di Dio, sono senza appello e scendono su chiunque, a qualsiasi titolo, non si impegni a difendere la piena sovranità nazionale e far crollare questo parassitario sistema truppa (1 euro a te e 2,70 euro alle banche centrali) della moneta debito e il conseguente crimine di signoraggio che ci rende schiavi e sudditi di poteri occulti.








“In quel popolo dove, anche alcuni cervelli sono di valore, non c'è bisogno di ricorrere alle armi, ma dove la massoneria ha ridotto al silenzio anche la religione e ha occupato ogni spazio possibile ed impossibile, ecco che allora, solo le armi possono parlare!”